Archivio per la categoria ‘Uncategorized’

Olimpiadi del petrus 2020

Pubblicato: 17 febbraio 2020 in Uncategorized

\C3JUyqpw

EVENTO RIMANDATO CAUSA COVID-19

 

 

Tornano per il SETTIMO  anno consecutivo, le Olimpiadi del Petrus.

In una nuova location, immersi nella natura, siamo di nuovo pronti per passare la giornata più pazza dell’anno insieme ad indomiti e presunti “atleti”, che cercheranno di perdere la propria dignità con un sorriso stampato in faccia.

Già perchè le Olimpiadi del Petrus sono e restano ancora oggi, l’evento più inspiegabile mai visto in circolazione. Un appuntamento ormai fisso per molta gente, che non vede l’ora di cimentarsi in giochi all’altezza di qualsiasi bambino che abbia fatto le elementari, con un unica certezza, quella di tornarsene a casa con la consapevolezza che anche un bambino delle elementari avrebbe fatto più bella figura di lui.

Nonostante ciò, ci costringete ogni a creare questa giornata, e noi ne siamo pienamente orgogliosi, e per questo motivo, eccovi servite le OLIMPIADI del PETRUS 2020.

DISCIPLINE E REGOLAMENTO clicca qui

Olimpiadi del Petrus 2019

Pubblicato: 31 gennaio 2019 in Uncategorized

50856907_2317875088263434_8530060866698084352_o

Le Olimpiadi del Petrus 2019 ci hanno lasciato una sensazione incredibile, qualcosa di strano, che non puoi descrivere, ma che puoi solo vivere.

Già, perchè queste Olimpiadi si ripresentano ogni anno, “questo il sesto di fila”, in sordina, senza dare troppo nell’occhio, un passa parola che se ti raggiunge ti fa scoprire questo micro mondo di persone, che per 12 ore vivono senza freni, urlano, cantano, ballano, fanno amicizia, giocano, perdono qualsiasi forma di dignità ma con un sorriso stampato in faccia che difficilmente riesci a vedere.

Noi non possiamo che restare stupiti da quanto belle siano tutte le persone che vi partecipano, perchè sono loro l’anima delle Olimpiadi del Petrus, e restiamo ogni anno stupefatti da ciò che ne viene fuori.

Quest’anno è stata un edizione super, quasi 100 iscritti per 19 squadre, 15 giochi, tutte le squadre partecipanti sono riuscite ad andare a medaglia.

STATO LIBERO DI BANANAS: arrivati per vincere e hanno vinto. Quadri, pronti a tutto, veterani delle Olimpiadi sono riusciti con 3 ori a conquistare il titolo senza tanti sforzi vincendo a Labirinto, Biscotto e Palla Calza senza puntare a giochi dove la concorrenza era spietata, CALCOLATORI

REGNO DI NAPOLI: vincitori per Miglior squadra a Tema. Un travestimento azzeccatissimo, condito a tamarraggine, macchina portata via dal carro attrezzi perchè lasciata in divieto di sosta, biglietti di concerti da vendere a prezzi stracciati e la ignità persa alle 15:00 del pomeriggio. INARRIVABILI

FIJI: quest’anno si presentano come Fijippini, tutti in divisa da lavoro, con spolverini e aspiratori al seguito pronti per far pulizia di medaglie, ma anche quest’anno per poco sfugge il secondo titolo. Ormai colonna portante delle Olimpiadi ETERNI

IRLANDA: la cenerentola olimpica, quest’anno carichi come mai, senza l’imbattibile Olanda la vittoria finale era ad un passo, ma il BeerPong anche quest’anno è fatale e i sogni di gloria restano di nuovo nel cassetto. DON CHISCIOTTE

REPUBBLICA DI VENEZIA: sempre colorata e piena di vita, la squadra della val Camonica porta sempre allegria e quel pizzico di pazzia che a noi piace. Non riescono a confermarsi in Palla Calza, ma salvano la gloria con una medaglia in Sarabanda e con un DJ Set incredibile a fine serata. GLORIOSI

SCOZIA: al secondo anno di partecipazioni non potevano restare a bocca asciutta di medaglie, ed infatti la sbloccano con una prova che resterà impressa nella mente di tutti a Contapassi, coronata da una medaglia storia a Patelle contro l’eterno tallone di Achille….le Fiji. Unica pecca in Sarabanda dove si lasciano scappare “Siamo Donne”. SULLA BUONA STRADA

SPAGNA: anche loro al secondo anno, squadra preparata e sul pezzo, cercano di vincere ovunque e in qualunque modo, alla fine saranno 4 medaglie, un sacco di urla e un titolo di Miss Petrus a metà. CASA CARTA

TERRA DI MEZZO: al primo anno ma grande rivelazione, vincono in BeerPong, bronzo in Tris e Argento in Patelle, la squadra dalle orecchie a punta lascia il segno e mette già un piede tra i favoriti dlel’anno prossimo. SORPRESA

BUTHAN: squadra storica ricca di un potenziale di mostruosità inarrivabile. Anche per loro 3 medaglie, a confermare che restano una squadra tosta da battere anche se il livello alcolico potrebbe far pensare il contrario. BALORDI

UNGHERIA: dopo un anno di riposo spirituale, riescono ad agguantare un oro in Tris e un argento in Biscotto, ma nonostante queste buone prove, si portano dietro un sacco di prove pessime al limite dell’umano. ONETA LOSER

MADAGASCAR: al secondo anno di partecipazione e ridotti da varie assenze, provano in tutti i modi qualsiasi modo per vincere una medaglia, ma riescono solo a portar a casa l’oro in Sarabanda dove si gareggia da seduti, e un bronzo a labirinto da fermi. Per l’anno prossimo serve gente che corra. BRADIPI

URSS: squadra novella, che si presenta pronta a radere al suolo l’occidente con prove al limite umano, infatti si impongono a Contapassi con una prova epica, e dei buoni piazzamenti a fubalino e labirinto. Per il resto hanno preso le misure per invaderci totalmente l’anno prossimo senza chiedere permesso. MANGIABIMBI

PERU: squadra ormai storica che riesce a generare caos, amore ed odio tutto in un unico momento. Vincitori del premio Squadra AMMERDA, anche quest’anno riescono a portare a fine giornata 2 atleti su 5, morti malamente tra un petrus e un combattimento di wrestling in Pza Roma. MOSTRI

PRINCIPATO di MONACO: le nostre fanciulle preferite, moleste e stordite. Si iscrivono tutti gli anni con una nazione a caso, dopo 5 minuti dall’iscrizione non si ricordano più per tutto il resto della giornata che sono il “principato di monaco”. Incorporano a pieno lo spirito delle Olimpiadi del Petrus, poco agonismo, tanta gioia e amnesie. LENTE

ROMANIA: squadra di mondine dell’est Europa, capitanate dall’uragano umano Gloria, ora Miss Petrus 2019 “a metà”. L’unica missione era cercare in tutti i modi di evitare il pronto soccorso, a tratti probabilmente sfioranto. GLORIOSI

GIAPPONE: squadra nuova e pronta a vincere in qualsiasi disciplina. Allenati, belli, intelligenti, ma non avevano fatto i conti con le birre, e nel giro di un attimo si sono ritrovati disorientati da urla, canti e abbracci di gente ormai in vacca. Da segnalare il momento magico in cui riescono a far cinquina a tombola con soli 5 numeri. STRAORDINARI

MONTENEGRO: la classica squadra di donzelle che prende sotto gamba le 12 ore olimpiche, infatti dopo 2 ore avevano già perso 2 anni di vita. Alla fine riescono a far valere le loro super doti, e vincono un Oro a Cannuccia. Il resto sono solo leggende sul come siano arrivate a casa sane e salve. TEEN

NUOVA ZELANDA: iscritti all’ultimo secondo, cugini della Repubblica di Venezia, sono una squadra che non accusa stanchezza e perdizione, ad ogni gara sembrano pronti alla sconfitta e invece vincono e convincono. Promettono per la prossima edizione Vittoria e Gloria eterna. OLD SIGNORINI

Statistiche e record da ricordare:

  • maggior numero di medaglie per squadra 5 Fiji e Nuova Zelanda
  • maggior numero di ori per squadra: 3 Rep.di Bananas

Cose che meritano la giusta menzione:

  • miglior squadra a tema : primo Rep.di Napoli
  • miss petrus 2019 : 1° classificate Gloria Perdomini e Linda Feraboli
  • la corale della Rep.di Venezia annessa a Dj Avvocato
  • alle 4 bottiglie di petrus finite alle 14:00
  • alle 8 bottiglie di petrus finite alle 22:00
  • alla prova Tris di Napoli vs Montenegro
  • al wrestling di Pza Roma generato dal Perù
  • al fantasma di Arisi M. nelle vicinanze del bar alla sera
  • a “Bad for Good” di Shampoo
  • la prestazione storica di Uva a contapassi

Grazie a tutti, alla prossima

Ciao 2016

Pubblicato: 1 gennaio 2017 in Uncategorized

il nostro 2016 racchiuso in 4 minuti.

buona visione

La terza edizione delle Olimpiadi del Petrus è ormai conclusa e si tirano le somme.

22 squadre iscritte, quasi 100 partecipanti, 11 gare e tanti tantissimi sorrisi.

Questa edizione è stata caratterizzata soprattutto per la libera interpretazione, da parte delle squadre, di sviluppare a loro piacimento la nazione a loro assegnata.

Un sacco di squadre con travestimenti originali, in giro per Cremona per svolgere le gare olimpiche.

Ci si trova alle 11:00 in sede Cremonapalloza, dove arrivano vecchie conoscenze e facce nuove.

Lo spirito è quello giusto, tanta allegria, sana competizione durante le gare, divertimento e sorrisi a pacchi.

Si parte con Fubalino, dove la Colombia si impone alla bella 10-9 sulla Romania, i campioni olimpici delle due passate edizioni.

Freccette dove la favorita Olanda esce subito contro un ottimo Brasile e quindi lascia i giochi aperti per il podio, diviso in ordine tra Scozia, Romania e Irlanda.

Arriva il momento della Moneta Gomito, dove il livello cresce ogni anno, e ad imporsi sul campionissimo delle Fiji è Mca dell’URSS che eguaglia il record di 22 monete da 20cent.

C’è spazio pure per un grande classico come la Morra, per molti una novità, ma che dopo i primi turni di approccio, diventa molto interessante e agguerrita per tutti.

Ad imporsi è una super Olanda, che fa una cavalcata incredibile con un 10-0 ai quarti, in semifinale passa da 6-9 a 10-9, e in finale sotto 5-8 si impone 10-8 sulla Francia.

Alle 16:00 ci si sposta al Number One dove si parte con Battaglia Navale, che tra algoritmi incredibili e strategie da guerra fredda, la spunta l’Irlanda che si mette in testa alle Olimpiadi.

C’è spazio pure per Sarabanda, dove Città del Vaticano approfitta dell’assenza del campione dell’URSS per strappare l’oro ai rivali di Italia e Ungheria.

Ci si trasferisce verso le 19:00 in piazza Stradivari per l’attesissima gara di Hula Hoop, dove il reparto femminile di ogni squadra si da battaglia a suon di fianchi.

 

Dopo i vari approcci ridicoli di qualche maschietto, la finale è tutta al femminile dove la spunta il Messico su Città del Vaticano e Marocco.

Piazza Stradivari porta bene al Messico, che vince una gare incredibile al Salto Sottobicchiere sull’Italia, e passa a condurre le Olimpiadi con 2 Ori.

Dura poco però, giusto il tempo di disporsi su due file per Bandiera, che l’Irlanda si impone di nuovo e passa a condurre con 2 Ori e un Bronzo.

Ci si sposta dunque per l’ultimo atto all’Antico Borgo per Briscola e Beerpong, con l’Irlanda in vantaggio sul messico, ma ancora tutto da decidere.

Nella briscola la spunta ancora la Colombia su Emirati Arabi e Olanda, ma l’eliminazione al Beerpong la lascia con soli 2 ori e addio vittoria finale.

Parte il beerpong, dove i campioni dell’Irlanda vengono eliminati, mentre avanzano  come treni Messico, Olanda e Fiji.

Con le Fiji già in finale, tutti sulla semifinale Messico-Olanda, che decide tutto.

Si perchè l’Irlanda fuori dai giochi conduce con 2 Ori e 1 Bronzo, Messico 2 Ori (approdando in finale sarebbe matematicamente campione) e Olanda ferma a 1 Oro e 1 Bronzo, che con la vittoria andrebbe in testa a pari merito.

Partita tirata con Olanda che scappa e Messico che agguanta il pareggio nel finale di tempo, ma al golden gol l’Olanda conquista la finale.

Il Messico vince il Bronzo e va in testa con l’Irlanda, mentre l’Oro lo vince una grande Olanda.

Alla fine vincono le Olimpiadi OLANDA, IRLANDA, MESSICO.

Strepitoso finale.

Cose che meritano la giusta menzione.

  • miglior squadra a tema il LESOTHO
  • miss petrus 2016 SUOR J
  • il più molesto : Tumasòn(USA) e Francesco (FIJI)
  • Ferro che non indovina Hey Boys Hey Girls a sarabanda
  • bandiera e hula hoop in piazza stradivari
  • il cesto vinto dall’Irlanda spazzolato in 15 minuti alle 2:00am
  • le tequila suicide
  • tutte le squadre travestite…vi amiamo.

Statistiche e record da ricordare:

  • maggior numero di medaglie per squadra 3
  • squadre a medaglia : 18 su 22
  • maggior numero di ori per squadra:2 (olanda,messico,irlanda,colombia)
  • record moneta gomito: 22 Mca (URSS)
  • record salto sottobicchiere: 22 (messico)
  • il più medagliato: yuri gherardi -Olanda- (2 ori)

Ringraziamenti: per gli spazi concessi e per aver partecipato e sostenuto, il bar Number One, l’Antico Borgo, Cremonapalloza, gli Amici di Robi, Elisa di Lovely Viper, Maestri Darts per le freccette FREE.

Un doveroso applauso ai ragazzi del PetrusBKclub che sono riusciti a tirare in piedi un’altra giornata di pura follia.

2014 – L’anno che è stato

Pubblicato: 23 dicembre 2014 in Uncategorized

siamo giunti a 200 Mi Piace poco prima di Natale.
Ecco allora un piccolo omaggio per tutti Quelli che ci hanno incrociato e hanno passato del tempo con noi nel 2014.

QUESTO, È IL NOSTRO 2014!!!

<p><a href=”http://vimeo.com/115286478″>2014-l’anno che è stato</a> from <a href=”http://vimeo.com/user19785510″>Yuri Gherardi</a> on <a href=”https://vimeo.com”>Vimeo</a&gt;.</p>

Per il terzo anno ci troviamo a festeggiare la nascita di questo fantastico gruppo.

Quest’anno abbiamo deciso di cambiare, gli altri anni si festeggiava con un bel pranzo domenicale, quest’anno infrasettimanale e serale.

Per l’occasione abbiamo deciso di organizzare una Lotteria presso il Number One di Cremona, dove festeggiare e nel frattempo creare un po di caos in un mercoledi sera qualunque.

Lotteria con circa 50 premi messi in palio dai componenti del club, vinili, cd, libri, tenda, maglie, mignon di petrus, amari, cappellini, porta cd, borse, coltellini svizzeri, borse per pc etc. etc.

Dopo un lungo aperitivo, scatta la vendita dei biglietti tra tutte le persone presenti, che in un attimo si sono fatti prendere la mano dalla corsa al premio, e in un attimo 140 biglietti sono stati venduti.

Un ora di estrazioni e vincite, con urla, risate e imprecazioni per non aver vinto il premio desiderato.

La serata è andata avanti poi ad oltranza con baratti delle vincite e il solito tavolo di 7mezzo che sta infetando sempre più persone.

Alla prossima, grazie a tutti i presenti.

Il petrus BK club l’11-12-13 luglio parte alla volta di Trieste per partecipare al raduno di vespe dei Balordi a Muggia.

La storia di quei tre giorni la trovate QUI, ora vi racconto invece la storia del ricatto subito.

Come da usanza, in certi eventi è d’uso esporre la propria bandiera o striscione per farsi notare meglio dagli altri, cosa che a noi credo non serva affatto.

Comunque per fare gli sboroni, arrivati a Muggia appendiamo il nostro striscione.

Ovviamente dopo i tre giorni partiamo per tornare a Cremona e verso venezia ci giunge questa foto.

IMG_1782

 

Ecco, ci siamo scordati lo striscione.

Rispondiamo con un:”beh dai quando ci vediamo al raduno di Padova a settembre ce lo portate”

Risposta:

IMG_1781

Ok, divertente. Ci sta.

Dopo qualche settimana però sulla nostra pagina Facebook arriva questo

Siamo sotto ricatto.

è il momento di agire e la risposta del Petrus BK club arriva puntuale.

Arrivano le ferie estive, tutto sembra tacere quando un giorno nella cassetta delle lettere salta fuori questa

Il Petrus BK club decide di contrattaccare, anche perchè siamo a fine Agosto e il raduno di Padova è alle porte, e li ci sarà lo scontro finale.

Decidiamo di mandare un messaggio forte e chiaro, metà pistone insanguinato

Forti di tutto ciò partiamo per Padova convinti che lo striscione tornerà nelle nostre mani molto facilmente, ma durante il viaggio verso padova arriva un nuovo messaggio dei Balordi

“Quando vedrete questa foto sarà già troppo tardi!!! Siamo in possesso di tutti i vostri beni materiali e non!!!”

 casa di Yuri

COSA???SONO A CREMONA???

dovrebbero essere a Padova!!!

Arriviamo a Padova, ma da buoni strateghi non siamo di certo partiti a mani vuote, e cosi ecco i termini dettati dal Petrus BK club.

“Noi abbiamo un nuovo striscione, e lo appenderemo se voi non ci consegnerete il nostro! a voi la scelta”

I Balordi non hanno voluto rischiare conoscendoci e hanno accettato i termini, il Petrus BK club riprende il suo striscione e i Balordi si appropriano dello striscione misterioso

 lo scambio

 lo striscione misterioso

 

Questa è la storia.

Grazie Balordi