Archivio per aprile, 2014

5 aprile 2014

Bene, eccoci qua, appena risvegliati con un sorriso stampato in faccia per quello che abbiamo visto,sentito e vissuto in questa giornata in compagnia.
La prima edizione (speriamo non l’ultima) delle olimpiadi del petrus, è stata un successo punto e basta.
Le cose da sapere erano poche, fai una squadra e vieni a giocare.
66 iscritti per 16 squadre.
Dalle 13:00 alle 23:00 a gareggiare e poi fino alle 4.30 a ballare bere e mangiare in compagnia.
5 location, tante biciclette in giro per cremona, tante urla e tanti applausi ma anche tanti abbracci.
Ecco come sono andate queste OLIMPIADI DEL PETRUS 2014

DSC_0003 copy   DSC_0015 copy   DSC_0088 copy   DSC_0118 copy

Si parte tutti dalla Taverna la Luna, dove ogni squadra estrae la propria nazione e di conseguenza la propria sorte.
Le nazioni a disposizione sono:

ALBANIA – CAMBOGIA – CINA – COREA DEL NORD – CUBA – GERMANIA DELL’EST – ITALIA – JUGOSLAVIA – LIBIA – NICARAGUA – OLANDA – ROMANIA – URSS – USA – CITTÀ DEL VATICANO – VIETNAM

Tutti pronti e si comincia con la BRISCOLA.
Mentre chi non gioca mangia e beve, ai tavoli inaspettatamente si percepisce concentrazione e voglia di vincere da parte di tutti.
Chi conta punti, chi segna, chi gestisce il gioco come un 60enne, la briscola fa uscire il nonno che c’è in tutti loro.
Su tutti si impongono con gran merito il Vietnam e il Nicaragua che si scontrano nella super finale al meglio delle 5 partite.
Ecco che siamo sul 2 a 2, si va alla bella definitiva, ma il risultato è 60 pari.
Alla seconda bella, il Vietnam si aggiudica l’oro, seguito da Nicaragua e USA.

DSC_0074 copy   DSC_0061 copy   DSC_0067 copy   DSC_0114 copy

Nemmeno il tempo di festeggiare che siamo subito sotto con MONETA GOMITO.
Si fanno avanti i 16 concorrenti, tutti agguerriti e preparatissimi, con tecniche particolari e braccia che si muovono alla velocità della luce.
Si procede a salire, e a quota nove monete troviamo ancora in gara Vietnam,Città del vaticano,Olanda,Cuba,URSS.
Step da 11 monete e l’URSS si ferma, rimangono in 4 a giocarsi il podio e lo step da 13 è decisivo per Cuba che viene eliminata.

DSC_0016 copy   DSC_036 copy   DSC_0028 copy   DSC_0065 copy

Procedono in 3, e alla fine il Vietnam conquista l’oro con 20 monete, Città del Vaticano argento con 17, Olanda bronzo con 15.
Tempo di saluti e premiazioni e si parte alla volta del bar da Peder.

Tutto pronto per le FRECCETTE che riscuotono gran successo e divertimento, con urla di gioia, grida e sportività a volte assente.
Gli ottavi ci regalano un dato importante, su 8 partite, 4 sono state chiuse e vinte dalle ragazze.
Le ragazze della Germania dell’Est eliminano gli espertissimi dell’URSS, mentre le ragazze degli USA eliminano a sorpresa il semi-pro del Vietnam.
Gli unici che avanzano a passo spedito e senza guardare in faccia a nessuno sono i beniamini di casa del Petrus, l’Olanda, che inanellano 20 tripli, chiusure al volo, chiusure doppie, lanci al contrario.
La finale vede Olanda contro Germania dell’Est, con una simpatica casualità, scontro tra fratello(olanda) e sorella(germania).
L’Olanda nonostante la parentela dei due giocatori non sembra volersi fermare, e senza lasciare troppo spazio agli avversari chiude la pratica alla svelta e vince il suo primo Oro, seconda Germania dell’Est, terza Cambogia.

 

Il medagliere inizia a muoversi con Vietnam sempre in testa ma incalzato dall’Olanda.

Prossima tappa l’attesissimo 123STELLA in pza del Duomo a Cremona.

Si, è stato qualcosa di epico e allo stesso tempo incredibile.
50 persone che giocano in pza Duomo con bambini che si uniscono alla sfida e la piazza che si ferma per assistere all’improvviso.

DSC_0014 copy
Si all’improvviso, perchè la piazza stava vivendo il suo solito sabato pomeriggio di turisti e schiamazzi generali, quando ad un tratto un gruppo di 50 persone ha iniziato a muoversi a tempo dell’urlo UN,DUE,TRE STELLA!!!

DSC_0029 copy
La piazza si ferma e il silenzio scende, si sente solo l’urlo e i 100 piedi che creano il rumore di un plotone militare sulla piazza.
UN,DUE,TRE STELLA……..BOOOOM
UN,DUE,TRE STELLA……..BOOOOM
UN,DUE,TRE STELLA……..BOOOOM
Alla fine un fotofinish che poteva costare la vita a bambini e adulti in gara, vede spuntare vincitrice la Cambogia su Cuba e Jugoslavia.

Abbiamo fatto qualcosa di fantastico davanti al nostro Duomo, e l’abbiamo fatto da Dio.

Si va tutti al Number One per altri giochi, è il momento del GAZZA QUIZ, che si svolge in una sala del bar allestita dai gestori con gran classe, le pareti erano interamente ricoperte di pagine della gazzetta.
Uno scenario che ci resterà nel cuore.

Qui le menti più eccelse si sfidano su quiz sportivi, spaziando dall’atletica al ciclismo, passando dai motori allo sport nel cinema.

Il livello è equilibratissimo e le sfide si decidono sempre sulle ultime domande e a far la voce grossa è il Nicaragua, che si impone su Città del Vaticano e Libia.

Si cambia sala e arriva l’attesissimo BRACCIO DI FERRO.
Subito nelle prime fasi iniziali, si mettono in mostra la Cambogia con il suo impatto fisico, e l’Olanda che butta giù tutti in 2 secondi

Ma le sfide più interessanti sono altre, agguerritissime ed avvincenti, con tifo da stadio e vene al limite fisico.
Sfida tra donne in Libia-Corea del Nord con la Libia che ne esce vincente.
La sfida Germania dell’Est – Nicaragua, per passare in semifinale dura 5 minuti, con il Nicaragua sempre in difesa ma vincente per sfinimento dell’avversario.
Grandi sfide anche per la Cina che arriva vicinissima al podio perdendo la finalina per il terzo posto contro il Nicaragua.
La finale era da pronostico, Olanda-Cambogia.
Scontro tra titani, nessuno sembra avere la meglio sull’altro, anche se la Cambogia sembra sempre avere il macth in pugno.
Dopo una lunga battaglia, la Cambogia riesce ad avere la meglio e si aggiudica l’oro, argento per Olanda e bronzo Nicaragua.

Arriva un altro gioco attesissimo, il SALTO SOTTOBICCHIERE.
Durante il giorno tutti si rifugiavano in qualche angolo ad allenarsi e infatti il livello è stato altissimo, a tratti incredibile.
10 postazioni, 10 torri con diverso numero di sottobicchieri, 55 sottobicchieri totali da prendere.

Pronti via e subito abbiamo Vietnam(44) che comanda su USA(41)e Vaticano(40).
Ma non è ancora finita perchè la Cambogia fa 49 ma subito dopo Albania e Cina fissano un 50 incredibile.
Sembra impossibile ma il Nicaragua alza l’asticella a 51 sbagliando solo la torre da 4.
Sembra ormai ben chiaro il podio con Nicaragua, Cina e Albania con ancora 3 squadre rimanenti.
Tocca alla Corea del Nord con Marta, che strappa un 53 incredibile mandando in delirio la folla e distruggendo i sogni del Nicaragua di passare in testa al medagliere.
Tocca ora all’Olanda, con Cristiano che arriva dal lavoro in quel momento, entra e piazza un 55 storico se non epico.
Cristiano con il suo en plein regala l’oro all’Olanda che balza in testa al medagliere, seconda Corea del nord, terzo Nicaragua.

Ci si trasferisce al CSA Dordoni per l’atto finale.
Il fubalino o calciobalilla.
La sfida deciderà il vincitore delle OLIMPIADI DEL PETRUS 2014.
Il medagliere vede in testa l’Olanda con 2ori,1argento,1bronzo.
Ma se Vietnam, Nicaragua o Cambogia si aggiudicano l’oro sarebbero i vincitori.
Mentre fuori la griglia continua a sfamare tutti i partecipanti, la sfida ha inizio.
Subito contro Olanda-Vietnam, con gli asiatici che eliminano gli olandesi e continuano a sperare.
Cambogia e Nicaragua si fermano strada facendo e in finale ci arriva proprio il Vietnam, che si ritrova in mano le proprie sorti, ultimo scoglio la Romania, fin qui a secco di medaglie.

Finale combattutissima, la tensione non la si percepisce, la si vede.
Il Vietnam non vuol mollare, sa che con la medaglia d’oro sarebbero campioni, ma la Romania fa il grande colpo e strappa l’oro al Vietnam.
Incredibile e bellissimo finale, con un medagliere incerto sino all’ultima gara.

Alla fine il vincitore della prima edizione delle Olimpiadi del Petrus è l’OLANDA, seguita da Vietnam e Cambogia.

 

Statistiche e record da ricordare:
– maggior numero di medaglie per squadra: 4 (olanda e nicaragua)
– squadre a medaglia: 13 su 16
– maggior numero di ori per squadra: 2 (olanda,cambogia,vietnam)
– record moneta gomito: 20 (michele arena)
– record salto sottobicchiere: 55/55 ( cristiano grandi)
– il più medagliato: Yuri Gherardi (1oro,1argento,1bronzo)
– donne a medaglia: 5

Vogliamo ringraziare tutti i partecipanti che hanno dato vita a tutto questo, agli sponsor la Luna, bar Peder, bar Number One, Antica pizzeria del Corso, Lovely Viper e CSA Dordoni che hanno supportato questo evento della madonna.
Ecco, lo so che vi siete divertiti di brutto, però non iniziate a dirmi che dobbiamo rifarlo a settembre.

Fateci godere del nostro titolo di
VINCITORI DELLE OLIMPIADI DEL PETRUS 2014

la frase del giorno:

Testu “il Petrus cementifica l’amicizia”

alla prossima by Yurgen