Archivio per luglio, 2013

Ottimo riposino, sveglia e via a disfar tenda e montare tutto sulle vespe.
Arrivano vespe e si risvegliano tutti i superstiti a far colazione.
Noi ci sediamo e scrutiamo vespe e lambrette.
Tra le super vespe elaborate da dio, ci casca l’occhio su due vespe dagli anni 80.
Incredibili, stereo con mangiacassette.

L’occhio però ci casca su un personaggio ambiguo che si aggira tra vespe e persone.
Porta dei pantaloncini di jeans e ci ricorda qualcuno con un po più di anni sulle spalle.
Cris:” quello li è il navvarro tra 20 anni”
Yuri:”no è il navarro del futuro che è tornato indietro nel tempo”
Cris:”si si, e non possono incontrarsi perchè se no cambierebbe il presente”
Ecco, un oretta buona di mega castelli sulla storia del navarro del futuro che si aggira al raduno.

Decidiamo di partire.
Insieme a noi Mattia che cambierà il destino di ognuno di noi.
All’imbocco della sopra elevata di Trieste, mattia perde il sacco a pelo, il navarro si ferma a raccoglierlo e gli si spegne la vespa, nel riaccenderla SPAK.
Non parte più.
Il furgone dei Balordi lo recupera e si torna a Muggia in attesa che tutti rientrino dallo scooterun.
Intorno alla vespa del navarro si crea una catena di sacri maestri della Piaggio, ma il più scaltro nella diagnosi e nel prendere in mano la situazione è?
(non riesco a scriverlo, troppa emozione)
IL NAVARRO DEL FUTURO CAZZO
Dopo 3 ore di attesa e di preoccupazione per il nostro rientro a casa, io, jonny e cris ci guardiamo, e l’unica cosa che ci diciamo è “ne valeva la pena”
La diagnosi è chiavella dell’albero motore saltata.
Il navarro del futuro prende in mano la situazione e con abile destrezza alla navarro, riesce ad applicare una modifica sopra le modifiche del suo lui giovane.
L’emozione è sui nostri volti increduli, sembra di essere protagonisti di un film.
La LML del minotauro salvata dal navarro del futuro, tutti i discorsi della mattina erano fondati, era venuto a salvarlo…..seeeeeee.
L’apoteosi però l’ho raggiunta quando il navarro del futuro esclama:
“Ce l’ho anche io una LML, magari ci sentiamo sul forum delle LML”
NOOOOOOOOO HA LA LML.
Yuri:”se il navarro avesse avuto una sprint lui avrebbe avuto una sprint, geniale.”

Contenti e con un sorriso stampato sul viso, alle 14.30 partiamo per cremona, si tardi, ma ne valeva la pena.

Traffico poco, e tutto liscio come l’olio.
Cala la sera e verso le 22.30 arriviamo alle porte di cremona, un ultimo saluto, un po di stanchezza, ma io negli occhi di tutti ho visto impressa la frase:
3 GIORNI DELLA MADONNA

PETRUS-VESPE-AMICI

Sabato mattina svegli e pimpanti si va in Slovenia.
Strada bassa, panorama e arriviamo a Capo d’Istria.

Bella cittadina, giretto super birra ghiacciata e si fa subito ora di tornare per scooterun.
Per tornare optiamo per la tangenziale e in 5 minuti siamo a Muggia.
Raggiungiamo i ragazzi che stanno facendo lo scootun lungo mare, e si fa tappa in un baretto a rilassarsi a suon di birrette.

Raccontiamo che eravamo a Capo d’Istria e ci fanno sapere che:
1-in slovenia il tasso alcolemico consentito è 0.0
2-per la tangenziale serve il bollino tipo svizzera
Appena evitato quindi un giorno di carcere e processo per direttissima con 1500€ di spese a testa.
Cris pietrificato.
Alcuni ragazzi ci chiedono anche di andare in slovenia per pranzo, a 2 minuti dopo il confine.
Servono solo patente e CI.
Ok, cris non vuole rischiare e ci si consulta.
La consultazione finisce subito quando il navarro con totale disinvoltura esclama:
“Io mi sa che non ho ne la patente ne la CI”
Cris:”cosa? Siamo appena andati e tornati da Capo d’Istria navarro!!!sei orribile”
Si opta per un tuffo in mare e poi pranzo.
Alla fine il tempo non esiste più, e infatti ci presentiamo in ristorante alle 15.00
Grigliatona e via pennica, chi sotto le piante e chi in riva al mare per prepararsi ad una serata impegnativa.
Verso le 19.00 siamo tutti al raduno, ovviamente niente fame, si costruiscono torri con i bicchieri di
birra.
Quando il sole se ne va, è l’ora del Petrus Time Zone, che attira decine di persone intenzionate a bere l’amaro vero.

Ora che tutti hanno bevuto,la terza regola ha il sopravvento.
Balli sfrenati e ridicole acrobazie con Mattia Faro Tondo che si unisce alla coreografia di Dirty Dancing messa su da Yurgen e Navarro.
Tutti a turno decidono di provare la rincorsa con salto e aereoplanino, ma nessuno riesce a compiere le eroiche gesta del film.
Spazio alle premiazioni, e per il secondo hanno consecutivo ci aggiudichiamo il premio come gruppo da più lontano.
Il navarro per ritirare il premio indossa i suoi abiti migliori, un pantaloncino di jeans e la canotta personalizzata del petrus.
Yuri”che pantaloncini da rumeno”
Cris”il minotauro, metà rumeno e metà gay”
Il navarro si trasforma e diventa il minotauro che in posizioni plastiche e giri a vuoto irrompe nelle menti di tutti i presenti.
Finite danze, yuri si fa pure una grigliata alle 3.00 prima di andare a nanna.
BUONANOTTE (foto)
continua….

12,13,14 luglio 2013

Premetto dicendo che potrei scrivere benissimo un libro di questi 3gg, ma cercherò di riassumere il tutto.
Per il secondo anno consecutivo il Petrus BK club parte per il Raduno dei Balordi di Trieste, che si tiene a Muggia insieme al MotorWeek di Muggia.
Alla partenza ci sono 4 vespe da Cremona, Yurgen,Navarro,Cris,Jonny.
Il viaggio è lungo ma il concetto è: prendiamocela comoda.

Prima di partire, benzina e controllo pneumatici, Cris partiva con 1,4 di pressione altrimenti.
Il passo è buono e costante, con i quattro che a volte percorrono strade diverse ma che si ricongiungono sempre.
Prima di Nogara il Navarro gioca subito la carta PROBLEMINO.

(Prima di partire aveva messo il motore PX sulla LML con conseguente modifica elettrica)
Il problema sta nella bobina modificata che ogni tanto toccando il carter fa corto.
Ma un po di scotch ben messo risolve tutto.
Si riparte e prima di arrivare alle porte di Venezia pausa panino.
La circolazione sulla tangenziale è modificata, il navarro scatta e gira a destra.
Bene, siamo sul ponte che porta nella città vecchia.
Arrivati in laguna davanti alla ZTL, il Navarro non convinto, vuole proseguire dicendo a gran voce:
“Cristo la ss11 va da mestre a trieste, di li si va a Mestre(indicando il ponte da dove siamo arrivati) e di la si va a Trieste (indicando il centro di venezia)”
Da quel momento decidiamo di non dare più retta al Navarro.
Si rientra in Mestre e con giochi di prestigio e scene cinematografiche siamo di nuovo in pista.
A Muggia arriviamo alle 20.00, dopo 10 ore di viaggio e tanta musica nelle orecchie.

Ad attenderci i ragazzi Balordi a braccia aperte.
Montiamo le nostre tende e via, super cena con grigliata mista (cotoletta,wustel,lonza,cevapcici,wustel speziato,patatine fritte,insalatina,cipolle)birre e scatta la Petrus Time Zone.

Gente che beve Petrus tappo verde offerto e portato dal Petrus BK club.
La serata scorre via liscia, risate e racconti senza tempo, con Damo(presidente dei Balordi) che verso l’1.30 si ritrova con la mandibola bloccata dalle risate, mentre a Cris servono due rianimazioni dopo soffocamento da risata.
Durante la serata è stata decisa la terza regola del Petrus BK club.
Prima regola: se c’è il petrus, si beve il petrus
Seconda regola: se c’è il petrus, si beve il petrus
Terza regola: dopo il petrus vale tutto

BUONANOTTE
….continua